La presenza dei fiori in municipio, anche se più ridotta e discreta rispetto alla chiesa, è comunque indispensabile per dare un tocco di colore e di allegria ad un tipo di cerimonia di per sé meno suggestiva di quella religiosa. Data la frequenza ormai quasi quotidiana delle celebrazioni con rito civile, la maggior parte dei comuni prevede unacomposizione floreale già preparata. Tuttavia è naturalmente prevista anche la possibilità di abbellire la sala scegliendo fiori propri, non prima però di aver trovato un accordo con il comune. Data l’esiguità di tempo a disposizione tra un rito e l’altro infatti, bisognerà che il fiorista, o chi per lui, sia in perfetta sincronia nella sistemazione dei fiori per non disturbare le altre cerimonie che si svolgono nello stesso giorno.
In ogni caso, per questo tipo di ambiente, la soluzione ideale è quella di adagiare:

  1. una composizione di fiori in basso rilievo (oppure una ghirlanda) davanti al tavolo di fronte al quale si siedono gli sposi,
  2. due composizioni più alte sui lati del tavolo ed una all’’ingresso.

Infine, dove ci fosse la possibilità – non tutte le sedie dei comuni si prestano ad essere adornate – abbellire le sedute degli invitati con piccoli e discreti mazzolini di fiori.

Fonte given2.com